Tyranny of Dragons

In marcia!

Sessione #6 e #7

Spronati dagli Arpisti e dal Guanto d’Arme, gli eroi si imbarcano in una missione sotto copertura. Dopo la razzia di Greenest e le indagini al campo dei cultisti, è chiaro che il carico di preziosi è in movimento verso una destinazione ignota; l’unica tappa “obbligata” verso nord è la città di Baldur’s Gate, anche per i cultisti. La missione è individuare la loro carovana e capire la loro destinazione finale. Per farlo, devono mescolarsi ai carovanieri come guardie del corpo, mercenari o semplici viaggiatori.

Arrivati nella grande metropoli della Sword Coast, individuare i carovanieri e i membri del Culto non è cosa difficile, dato il passaggio obbligato. Alcuni membri del culto sono in città e probabilmente anche il dragonide superstite ma un attacco in pieno centro cittadino è sconsigliato.

Il gruppo trova lavoro come scorta per il carico di legnami esotici di Edhelri Lewel, un’elfa molto pratica e poco socievole. Le 750 miglia che separano Baldur’d Gate da Waterdeep si rivelano tutt’altro che tranquille. Pochi giorni dall’inizio della marcia, due viaggiatori si uniscono alla carovana: un uomo che presto è identificato come un Mago Rosso di Thay e uno gnomo femmina.

Diversi episodi scandiscono le giornate della carovana. In particolare strani attacchi durante i periodi di riposo e alcune misteriose morti, sparizioni e sabotaggi segnano in maniera funesta le giornate di viaggio ed accrescono gli attriti tra i viaggiatori e in particolare la miccia si accende tra i cultisti in incognito e il gruppo degli eroi di Greenest.

Presto si capisce che lo gnomo donna ne il mago sono semplici passeggeri. La donna in particolare Jamna Gleamsilver, ha una curiosità particolare per i cultisti ed è probabilmente la responsabile degli attacchi, pur non ammettendolo.

Comments

drpbrock drpbrock

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.